news













R3M3MB3R è la mostra collettiva che inaugura giovedì 8 febbraio 2018 h. 18,00, negli spazi di Riccardo Costantini Contemporary a Torino – dal 8 febbraio al 10 marzo 2018. 
In questa esposizione il tema della memoria è declinato attraverso la visione eterogenea, per temi e mezzi espressivi, di 8 artisti: Edoardo Hahn | Jins | Pablo Mesa Capella | Mario Pandiani & Markos Tsomidis | Francesco Pergolesi | Eleonora Roaro | Ray Smith | Santiago Ydanez.


It's coming...



La mi opera "L'Automa Europeo" sarà esposta al BoCs Art Museum di Cosenza.

Venerdì 15 dicembre alle 18.00, nelle sale del Complesso Monumentale di San Domenico, Cosenza, inaugura il BoCs Art Museum, il Museo d’Arte Contemporanea dedicato al progetto di Residenza artistica più grande d’Europa. 

Novanta gli artisti selezionati per la mostra inaugurale “Ricognizioni. Dai Bocs Art i linguaggi del contemporaneo” a cura di Alberto Dambruoso.






Il passato è un uovo rotto
Francesca Belgiojoso | Pablo Mesa Capella
a cura di 

Marco Albeltaro

Over the Trash - Project room
Via Panizza, 4 - Milano

 


-via G.B. Schellino 1, Dogliani-

dal 4 al 7 maggio (giovedì, venerdì e domenica dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 20,00; sabato dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 22,00). 






Felicissimo d'essere il 2º classificato al I Premio Sant'Anna.


Annuncio la mia partecipazione a questo premio.



AQUA BOTANICA
Pablo Mesa Capella

Juega con la naturaleza y métela en la máquina del tiempo. ¡Podremos ver qué pasa con ella!

​​Día: sábado 7 de mayo de 2016
Hora: 11:00 - 14:00 
Lugar: Centre Pompidou Málaga
Actividad gratuita






Alianza Francesa de Málaga
presentación - 4 Enero 2016, 12 h.

Aqua Botanica
-instalación efímera-






prossimamente 



BOCS COSENZA
Residenza artistica
(21.09/04.10.2015)






Totem. Crislamesimo


2013
acciaio
cm 215x80x80

Holy MisterY
Il Sacro ed il Mistero nell’Arte Contemporanea.

Mostra di Arte Contemporanea, organizzata in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone 2015 presso il Centro Congressi della Chiesa del Santo Volto di Torino, con oltre 40 Opere d’Arte di artisti internazionali, emergenti ed affermati, nate da una riflessione sull’arte contemporanea, il sacro ed il mistero.
Nel contesto di questa mostra, il termine mistero possiede un significato ambivalente, e può essere inteso come concetto religioso indice di una verità rivelata propria della fede cristiana, quale ad esempio il mistero della fede o della Trinità. Oppure, può assumere un significato secolare di fenomeno del quale non si riesce a trovare la causa né la spiegazione.
Risiede forse nel titolo la chiave d’interpretazione di questa mostra: Holy MisterY, ovvero Santo Signore (Holy Mister) oppure Sacro Mistero (Holy Mystery), giocando su una sottile assonanza di parole straniere. Certo è che il visitatore sarà trasportato in un luogo senza tempo, dove le Opere d’arte create da artisti dalle identità più varie dialogano in una comune ricerca consacrata a soddisfare la sete di conoscenza, cercando di rispondere a tormentati quesiti che affascinano l’umanità dalla notte dei tempi.
Holy MisterY è un viaggio, una prova, è l’ignoto espresso, celebrato e nascosto dietro ciascuna delle opere d’arte esposte nel salone espositivo della Chiesa del Santo Volto, è dove lo spettatore è esplicitamente sfidato ad interrogarsi sul perché (Y) di queste opere.


Quando: dal 18 Aprile al 19 Giugno 2015

Dove: Centro Congressi Santo Volto, via Val della Torre ang, via Borgaro, Torino

Artisti: Revered E. Acres, P. Albertelli, C. Badelita, L. Belem, V. Berruti, M. Borrelli, G. Botta, Bounty Killart, J. Carrol, D. Catalli, C. Ceccherini, E. Cerutti, D. Coltro, F. Delia, P. Delle Monache, C. D’Oria, A. Demetz, A. Eccel, A. Fanelli, F. Ferzini, H. Fletcher, S. Galeotti, G. Garbolino, A. Gioiello, P. Grassino, I. Kabakov, N. Goldin, K. Sato, R. Kusterle, B. Lucca, C. Margaroli, Mario Merz, Marisa Merz, P. Mesa Capella, F. Nonino, P. Peroni, L. Pozzi, G. Rubbio, S. Sacomandi, D. Scroppo, F. Squatriti, S. Tomaino, A. Uda, N. Valente, F. Viale, J. Vallance, B. Viola, e 15 Madonnari.


Ingresso: Gratuito.

Info: www.exhibitioff.it exhibitioff@gmail.com 


Progetto Ministero della Pubblica Istruzione, Roma
-Installazione site specific-


Aprile 2015

Liceo Classico Albertelli
Liceo Scientifico Plinio


Presentazione catalogo MAAM

Durante la Festa di PriMAAMvera di sabato 21 marzo, alle ore 11.30 verrà presentato il catalogo del museo.
«Un esercito di artisti dà vita al primo museo "abitato" del pianeta per difendere una fabbrica occupata da migranti e precari »

A cura di Giorgio de Finis




CONVIVIO

Pablo Mesa Capella
installazione site specific
Rialto San'Ambroggio, Roma

27 dicembre 2014











Scegli il tuo catalogo-libro d'artista!


La mostra Natura onirica. La memoria degli oggetti


è prorogata fino a venerdì 7 novembre 2014 






Pablo Mesa Capella
Ricordo di un Conclave, 2013/14
Tecnica mista (legno, polaroid, cartolina) 



Paola Cardano Arte Contemporanea presenta le opere di Pablo Mesa Capella.




Edoardo Aruta, Mariana Ferratto, Quite Ensemble, Pablo Mesa Capella
Curated by: Federica DAgostini, Rachel Feldman, Hannah Garza, Sophie Lo.
*** 
Struct explores time as external an internal boundary of our society through the eyes of Edoardo Aruta, Mariana Ferratto, Quiet Ensemble, and Pablo Mesa Capella. Bringing artist’s practices together allows the viewer to look at time and structure in different contemporary perspectives. What emerges from the diverse artworks can combine into a singular yet unique idea: time is both personal and impersonal in our lives.
Time is an internal structure. The clocks in our bodies tick, but we don’t know when our lives will end. We want to quantify our life and need expiration dates for ourselves. Yet, there is no definitive way to gauge it.
However, time is experienced differently through different eyes. Time also has an external structure; where we wind clocks and set appointments. External time is tangible and mathematic.
Struct. comes from the Latin root meaning to build. This root leads us to many charged words -- “construct,” “obstruct,” “deconstruct,” and “destruct.” These words exemplify the rules we set for ourselves through the lives we live and the life that goes on around us.
We chose to have an online space because it added another level to our overall theme of time and space. When it comes to space, the internet is endless. It expands and there are little boundaries. It’s nerving, really, that something could be so endless. As stated before, our artists play with the idea of space so we chose to counteract that. By having our exhibit online, we are also able to make a statement about time.
With the internet, we are able to be at different places online all at the same time, we are able to show videos, and we are able to alter, pause and replay. Using an online gallery will allow us to drive our message forward.

  • Natura onirica. La memoria degli oggetti (2013) - is part of a group of installations which depict objects contained within a glass space, forever frozen in time. This particular installation shows life emerging from a deceased cow scull and transcends the meaning of time and space. The artist uses the imagery of the installation to give structure to life emerging from death, displaying that time is a never ending cycle.






Nuova galleria fotografica di "Cartes de visite. Materia sensibile"
San Lorenzo
Pablo Mesa Capella

giugno-luglio 2013
Fondazione Pastificio Cerere | quartiere di San Lorenzo, Roma


a cura di sguardo contemporaneo

Ricorda che il percorso con la mappa sensibile è e sarà sempre operativo, semplicemente devi collegarti con il tuo cellulare al sito di sguardo contemporaneo e fare il giro per il quartiere di San Lorenzo, ascoltando le storie relazionate alle fotografie nei posti relazionati direttamente con le storie; o sentire i racconti da casa.






Pablo Mesa Capella

“Deus ex machina” (messa a punto)

Installazione, scultura interattiva

14.11 – 20.12.2013

a cura di Stella Bottai
   
Incontro con l’artista sabato 7 dicembre 2013 ore 12-13





LaStellina ArteContemporanea è lieta di invitarLa all’incontro con l’artista Pablo Mesa Capella in occasione della mostra personale attualmente in galleria “Deus ex machina” (messa a punto) fino al 20.12.2013.

Il giovane artista spagnolo sarà presente per incontrare il pubblico, rispondere alle domande e interagire con la scultura.

Verrà offerto un aperitivo ai nostri graditi ospiti.



In attesa del 7, vi invitiamo a vedere il ritratto-intervista dell’artista pubblicato sul portale Rai Arte (indirizzo http://www.arte.rai.it/articoli/pablo-mesa-capella-%E2%80%9Cvoi-siete-parte-dei-miei-lavori-%E2%80%9D/23470/default.aspx)




sabato 7
apertura straordinaria (ore 20.00 - 24.00)

"Wunderkammer. Camera delle meraviglie"

a cura di Antonio Nardone

Academia Belgica
 




Segue il tuo intervento sul blog della mostra:


Fotografia -Livia Mazzani










La mostra Cartes de visite. Materia sensibile di Pablo Mesa Capella, presso la Fondazione Pastificio Cerere, si è conclusa lo scorso 19 luglio. Ricordiamo che sarà comunque possibile percorrere liberamente l'itinerario, a qualsiasi orario, ascoltando online in streaming le tracce sonore della mappa interattiva. E' necessario avere uno smartphone o un tablet, dotati di connessione internet.




Cartes de Visite. Materia Sensibile - prorogata fino al 19 luglio - rientra nel Programma delle iniziative per le Commemorazioni 70° Anniversario del bombardamento di San Lorenzo, “ capire, conoscere e non dimenticare…”





Il programma di giovedì 18 luglio:

Fondazione Pastificio Cerere Via degli Ausoni 3
Ore 18,15 a cura dell’Ass Antipodi
L’architettura degli edifici bombardati nel quartiere di San Lorenzo
Intervengono: Arch. Aldo Olivo (cons. Naz. Federarchitetti) Arch. Andrea Mazzoli (Pres. Acquario Romano) Arch. Alfonso Giancotti (Pres. Casa dell’Architettura) coordina Arch. Valentina Piscitelli

Ore 20: Presentazione Progetto Cartes de visite. Materia sensibile di Pablo Masa Capella a cura di sguardo contemporaneo;
a seguire percorso guidato dalle voci narranti degli abitanti per far riemergere la memoria del quartiere.


La mostra Cartes de visite. Materia sensibile di Pablo Mesa Capella presso la Fondazione Pastificio Cerere è stata prorogata al 19 luglio, in occasione del memoriale del 70° anno dal bombardamento del 1943


Cartes de visite. Materia sensibile | San Lorenzo
Mario e Franca "Una vita insieme"


MERCOLEDI 3 LUGLIO DALLE 21:30 vi invitiamo a una passeggiata 'notturna' (e più fresca!) del percorso sonoro insieme a noi e all'artista. L'appuntamento è davanti alla Fondazione Pastificio Cerere in via degli Ausoni 7. Per confermare la vostra partecipazione, inviateci una mail all'indirizzo: info@sguardocontemporaneo.it
... vi aspettiamo!

www.sguardocontemporaneo.it 











Progetto -Cartes de visite. Materia sensibile-
Archivio personale di Pablo Mesa Capella ©


Mostra collectiva



http://www.l4c.it/index.php/it/insights/eventi-e-news-l4c/eventienews2013https://www.facebook.com/events/615644645167741/http://www.curamagazine.com/